In questa pagina ti presentiamo le opportunità per te e per la tua Cooperativa Sociale, Associazione e Organizzazione No Profit. Saremo felici di supportarti nella realizzazione del tuo progetto.

Contattaci e iscriviti alla nostra newsletter per rimanere sempre aggiornato.




BANDO

"Sostegno alle riforme delle politiche – European Youth Together– EACEA/16/2018"

SCADENZA: 25 Maggio 2018

ENTITÀ DEL CONTRIBUTO

La richiesta di finanziamento per i progetti presentati non dovrà essere inferiore a 100.000,00 Euro e superiore ai 500.000,00 Euro. Questo importo non dovrà essere superiore all’80% del valore del progetto (è previsto un cofinanziamento del 20%).

CHI PUÒ PRESENTARE DOMANDA

 Organizzazioni non profit, associazioni e ONG anche europee, imprese sociali, enti pubblici a livello locale, regionale e nazionale, associazioni di regioni, gruppi europei di cooperazione territoriale, imprese profit attive nella Corporate Social Responsability.

OBIETTIVI E ATTIVITÀ

il bando persegue i seguenti obiettivi specifici: 

  • Promuovere lo sviluppo di una cooperazione più strutturata tra le organizzazioni giovanili
  • Sostenere le organizzazioni giovanili coinvolte in iniziative per la partecipazione al processo democratico
  • Promuovere la partecipazione dei gruppi di giovani sottorappresentati alla vita politica, alle organizzazioni giovanili e altre organizzazioni della società civile 

I progetti possono prevedere le seguenti attività:

  • Attività di mobilità, 
  • Iniziative per facilitare l’accesso e la partecipazione all’agenda politica dell’UE
  • Scambi best practice, creazione di partenariati, partecipazione a riunioni o seminari
  • Iniziative e eventi per sviluppare le ONG europee e le reti a livello europeo, 
  • Attività di sensibilizzazione, informazione, divulgazione sulle priorità politiche dell’UE nel campo della gioventù: seminari, workshop, campagne, riunioni, dibattiti pubblici, consultazioni, ecc. 

Le attività devono essere di carattere transfrontaliero ed essere svolte a livello europeo, nazionale o locale


BANDO

“Capacity building nell'area dei diritti dei minori – messa in atto di meccanismi nazionali e regionali per supportare i minori che escono o lasciano i sistemi di assistenza alternativi” - REC-RCHI-PROF-AG2018 

SCADENZA : 31 Maggio 2018

ENTITA DEL CONTRIBUTO

La sovvenzione richiesta non può essere inferiore ai 75.000,00 Euro. Il cofinanziamento comunitario non può essere superiore all’80% dei costi ammissibili del progetto.

CHI PUO PRESENTARE DOMANDA

Possono presentare proposte progettuali e/o essere partner nei progetti: enti pubblici, organizzazioni private e organizzazioni internazionali. Enti profit possono partecipare solo in qualità di partner. I progetti possono essere presentati sia da partenariati nazionali che internazionali formati da almeno 2 organizzazioni. I progetti devono coinvolgere o avere il supporto di almeno un’autorità pubblica per Paese partecipante. 

OBIETTIVI E ATTIVITÀ

Con questo bando la Commissione Europea vuole sostenere attività di capacity building rivolte a professionisti dell'ambito dei diritti e della protezione dei minori: i progetti devono creare meccanismi integrati nazionali o regionali per supportare i minori che escono o lasciano i sistemi alternativi di cura e prevedere il loro coinvolgimento nelle varie fasi progettuali.

I progetti, nazionali o transnazionali, devono assicurare benefici tangibili e dimostrabili per la vita dei beneficiari: più che alla ricerca, alla mappatura dell’esistente o allo scambio di buone pratiche, viene data priorità all’applicazione pratica di sistemi e metodologie innovative che tengano in considerazione le peculiarità delle realtà in cui vengono attuate. Le attività finanziabili possono essere: - Apprendimento reciproco, cooperazione, - Definizione e implementazione di protocolli, metodi di lavoro trasferibili in altre regioni o Paesi, - Formazione per professionisti.



BANDO

PAISIM - “Programma di appoggio all’impresa sociale e all’iniziativa migrante nelle Regioni di Saint Louis, Louga e Thiès”,

SCADENZA: 31 Maggio 2018

CHI PUÒ PRESENTARE DOMANDA

Le attività o idee imprenditoriali che riceveranno il supporto devono avere queste caratteristiche:

  • sono promosse da uomini e donne senegalesi residenti sul territorio italiano, disponibili a spostarsi ai fini della selezione e della formazione a Torino, a Milano e in Senegal; 
  • hanno sede in Senegal, in particolare nelle regioni di Saint Louis, Louga e Thiès; 
  • hanno carattere rurale (produzione, trasformazione, commercializzazione e prestazione di servizi agricoli) e “verde”, sono cioè attente alle questioni ambientali (agricoltura biologica, agroecologia, biotecnologia, energie rinnovabili, produzione di biogas e utilizzo razionale delle risorse naturali); 
  • producono benefici a favore della comunità. 


OBIETTIVI E ATTIVITÀ

Il bando offre a 10 imprese già avviate o in fase di start up la possibilità di intraprendere un percorso triennale di accompagnamento (coaching) alla creazione di un'impresa economicamente sostenibile. 

Il percorso di coaching offerto ai 10 progetti selezionati prevede i seguenti servizi: 

  • la formalizzazione giuridica in Senegal, se necessaria; 
  • la formazione tecnica in Senegal; 
  • l’acquisto di equipaggiamenti per un valore di 3.000 €; 
  • l’educazione finanziaria e la formazione nella gestione dei rischi; 
  • l’appoggio all’inclusione finanziaria tramite accordi con istituti di microfinanza per accedere a un credito fino a 6.000 € 

BANDO

Bando Ambiente 2018

SCADENZA: 8 giugno 2018

ENTITÀ DEL CONTRIBUTO

La richiesta di contributo non deve essere superiore a 300 mila euro e deve prevedere una quota di co-finanziamento economico di almeno il 20% del costo complessivo del progetto.

CHI PUÒ PRESENTARE DOMANDA

Organizzazioni senza scopo di lucro nella forma di: associazione (riconosciuta o non riconosciuta); cooperativa sociale o consorzio sociale; ente ecclesiastico; fondazione; impresa sociale 

OBIETTIVI E ATTIVITÀ 

L’obiettivo generale del presente Bando è quello di ottenere, mediante la realizzazione di singoli interventi da parte di partenariati guidati da organizzazioni del terzo settore, un sensibile miglioramento in termini di prevenzione e di riduzione dei rischi ambientali all'interno delle aree naturali protette presenti nelle regioni destinatarie dei contributi della Fondazione CON IL SUD (Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sardegna e Sicilia). 


BANDO

Laboratorio Italia 

SCADENZA 15 giugno 2018

ENTITÀ DEL CONTRIBUTO

Il contributo richiedibile potrà avere un importo massimo pari a 5 volte il Capitale Sociale effettivamente versato e comunque non potrà essere superiore ai 20.000,00€ per ciascuna richiesta.

CHI PUÒ PRESENTARE DOMANDA

Organizzazioni presentate da BCC (eventualmente insieme alle Diocesi dove è attivo il progetto Policoro) che presentino i requisiti di seguito indicati:
- aver predisposto un progetto di sviluppo economicamente sostenibile, finalizzato a creare occupazione e valore aggiunto per i territori di riferimento;
- essere costituite da almeno 24 mesi;
- avere la forma giuridica di cooperativa, consorzio di cooperative, associazione, impresa sociale.

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Curabitur pharetra dapibus pharetra. Donec interdum eros eu turpis pharetra et hendrerit est ornare. Etiam eu nulla sapien. Nullam ultricies posuere nunc, eget mollis nulla malesuada quis.


BANDO

Interreg Europe

Il Programma Interreg è finalzzato al rafforzamento delle politiche di Coesione, attraverso il supporto alle autorità pubbliche, per migliorare le tecniche di progettazione e incrementare l'efficacia delle politiche regionali e locali.

SCADENZA: 22 Giugno 2018

CHI PUÒ PRESENTARE DOMANDA

- Autorità pubbliche nazionali/ regionali/locali 
- Altre organizzazioni responsabili della definizione ed attuazione di policy instrument regionali 
- Organizzazioni no-profit private (con personalità giuridica) 

I progetti devono essere realizzati da una partnership di almeno 3 organismi provenienti da 3 diversi Paesi ammissibili, di cui almeno 2 provenienti da Stati membri UE.
Il partenariato deve necessariamente coinvolgere le autorità responsabili del policy instrument oggetto della proposta progettuale . Gli enti privati non-profit e gli organismi provenienti dalla Svizzera non possono essere lead partner di progetto.


OBIETTIVI E ATTIVITÀ

Il bando sostiene progetti di cooperazione interregionale inerenti i 4 Assi del programma e i relativi obiettivi specifici.

Tutti i progetti dovrebbero concentrarsi almeno in parte sul miglioramento dei programmi dell'Obiettivo Investimento per la Crescita e Occupazione e, se del caso, dei programmi di CTE. Pertanto, in ciascun progetto, almeno il 50% dei policy instrument considerati devono essere programmi dei Fondi strutturali.

Ciascuna proposta dovrà riguardare uno solo degli obiettivi specifici di ogni Asse:



  • Asse 1 - Rafforzare la ricerca, lo sviluppo tecnologico e l’innovazione (OS 1.1 Migliorare l’attuazione delle politiche e dei programmi di sviluppo regionale ; OS 1.2 Migliorare l’attuazione delle politiche e dei programmi di sviluppo regionale)
  • Asse 2 Migliorare la competitività delle PMI (OS 2.1 Migliorare l’attuazione delle politiche e dei programmi di sviluppo regionale)
  • Asse 3 - Sostenere la transizione a un’economia a basse emissioni di carbonio (OS 3.1 Migliorare l’attuazione delle politiche e dei programmi di sviluppo regionale)
  • Asse 4 - Preservare e tutelare l’ambiente e promuovere un uso efficiente delle risorse (OS 4.1 Migliorare l’attuazione delle politiche e dei programmi di sviluppo regionale; OS 4.2 Migliorare l’attuazione delle politiche e dei programmi di sviluppo regionale)



BANDO

GENERAS FOUNDATION – Sostegno ai progetti

SCADENZA: 30 giugno 2018

ENTITÀ DEL CONTRIBUTO 

La sovvenzione richiesta non può essere superiore a 80.000,00 Euro annuali.

CHI PUÒ PRESENTARE DOMANDA

Possono presentare progetti organizzazioni private senza fini di lucro che non superano, come raccolta fondi da privati e enti pubblici.

OBIETTIVI E ATTIVITÀ

I progetti presentati devono rientrare negli ambiti di attività della Fondazione, quali: - Adolescenza: iniziative di formazione e informazione per lo sviluppo delle potenzialità dei giovani e per avvicinare il mondo della scuola a quello del lavoro, - Rischio povertà assoluta: iniziative per la riduzione e prevenzione del rischio di povertà assoluta. Sono privilegiati interventi che sfruttino le potenzialità delle nuove tecnologie, - Sostenibilità ambientale: iniziative che promuovano consumi e produzioni responsabili e sostenibili, che siano volte alla riduzione del consumo energetico, che riguardino l’inquinamento, le variazioni climatiche e l’agricoltura sostenibile

BANDO
Strategia Nazionale per lo Sviluppo Sostenibile
SCADENZA: 30 Giugno 2018

ENTITÀ DEL CONTRIBUTO

Le risorse disponibili ammontano complessivamente a € 400.000,00. Per ciascuna proposta progettuale è previsto un finanziamento massimo dell’80% dell’intero costo della proposta progettuale, il quale non potrà comunque essere superiore a € 35.000,00.

CHI PUÒ PRESENTARE DOMANDA

Il presente bando è rivolto ad associazioni, cooperative e imprese. Alla data di pubblicazione del presente bando, il soggetto richiedente deve possedere i seguenti requisiti: 1. essere costituito da almeno 3 anni, nella forma prevista dalla legge; 2. aver realizzato negli ultimi 3 anni almeno un progetto in linea con l’oggetto e le finalità del presente bando, con un importo uguale o superiore alla richiesta di finanziamento; 3. essere in possesso, al momento della partecipazione al presente bando, di tutti i requisiti di cui alle dichiarazioni ai sensi e per gli effetti del DPR 445/2000 riportate all’interno del formulario.


OBIETTIVI E ATTIVITÀ

Il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, Direzione generale per lo sviluppo sostenibile, il danno ambientale e per i rapporti con l’Unione Europea e gli Organismi Internazionali, intende promuovere con il presente bando la realizzazione di alcune delle attività previste dalle funzioni definite dall’art. 34 del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152 ss.mm.ii., in materia di attuazione della Strategia Nazionale per lo Sviluppo Sostenibile. In particolare intende supportare attività e iniziative finalizzate alla divulgazione e alla sensibilizzazione sui temi dello sviluppo sostenibile e/o dell’economia circolare.



BANDO 

DIALOGO SOCIALE - Interventi di formazione specialistica destinati ai delegati/operatori delle parti sociali in materia di dialogo sociale.

SCADENZA: 9 luglio 2018

ENTITÀ DEL CONTRIBUTO

Il valore di ciascun progetto dovrà essere d’importo massimo fino ad € 1.000.000,00 

Il valore di ciascun progetto potrà essere aumentato fino a € 2.500.000,00 In caso di proposte che prevedano, nel partenariato, il coinvolgimento contestuale di più di un'associazione datoriale o sindacale.

CHI PUÒ PRESENTARE DOMANDA

Soggetti privati ovvero altri soggetti che svolgono attività di formazione

OBIETTIVI E ATTIVITÀ' 

I progetti che verranno ammessi a finanziamento consisteranno in interventi volti ad accrescere le competenze dei delegati/operatori delle parti sociali, in ordine alle tematiche e ai processi connessi al dialogo sociale, in funzione della promozione e dell’implementazione degli strumenti normativi, programmatici e negoziali attraverso cui si sviluppano i suddetti processi di interrelazione e dialogo. 

Tali progetti dovranno essere sviluppati attraverso metodologie innovative e riguarderanno le seguenti tematiche: 

  • Programmazione europea 2014/2020 e regolamenti comunitari; 
  • I Programmi Operativi nazionali e il contributo delle parti sociali nella loro programmazione ed attuazione; 
  • Europa 2030; 
  • Contrattazione di II livello;
  • Apprendistato; 
  • Bilateralità; 
  • Welfare aziendale e contrattuale; 
  • Conciliazione dei tempi di vita e di lavoro; 
  • Crisi aziendali e ristrutturazioni; 
  • Industria 4.0; 
  • Dumping sociale; 
  • Contrasto all’economia e al lavoro sommerso; 
  • Corporate Social Responsibility; 
  • Sostenibilità ambientale; 
  • Life-long learning; 
  • Inserimento/reinserimento delle donne e degli over 55 nel mercato del lavoro; 
  • Alternanza scuola lavoro; 
  • Politiche di contrasto alla dispersione; 
  • Autoimprenditorialità e imprenditorialità; 
  • Sviluppo dei servizi di individuazione, validazione e certificazione delle competenze; 
  • Concertazione nei processi comunitari; 
  • Modalità di collaborazione transnazionale tra gli attori nel sistema delle politiche attive per l’occupazione. 

BANDO 

DIALOGO SOCIALE - Interventi di formazione specialistica destinati ai destinati ai volontari/associati/occupati del Terzo Settore in materia di Dialogo Sociale.

SCADENZA: 9 luglio 2018

ENTITÀ DEL CONTRIBUTO

Il valore di ciascun progetto dovrà essere d’importo massimo fino ad € 300.000,00 

Il valore di ciascun progetto potrà essere aumentato fino a € 700.000,00 in caso di proposte che  prevedano il coinvolgimento contestuale di più di un ente del terzo settore o associazione degli enti del terzo settore più rappresentativa sul territorio nazionale o regionale.

CHI PUÒ PRESENTARE DOMANDA

Soggetti privati ovvero altri soggetti che svolgono attività di formazione

OBIETTIVI E ATTIVITÀ' 

I progetti che verranno ammessi a finanziamento consisteranno in interventi volti ad accrescere le competenze dei delegati/operatori delle parti sociali, in ordine alle tematiche e ai processi connessi al dialogo sociale, in funzione della promozione e dell’implementazione degli strumenti normativi, programmatici e negoziali attraverso cui si sviluppano i suddetti processi di interrelazione e dialogo. 

Tali progetti dovranno essere sviluppati attraverso metodologie innovative e riguarderanno le seguenti tematiche: 

  • Programmazione europea 2014/2020 e regolamenti comunitari; 
  • I Programmi Operativi nazionali e regionali a valere sui fondi SIE; 
  • Modalità di gestione e rendicontazione di progetto a valere sui fondi europei;
  • Co-programmazione, co-progettazione e accreditamento; 
  • Welfare aziendale, di comunità e sociale; 
  • Conciliazione dei tempi di vita e di lavoro; 
  • Life-long learning; 
  • Inserimento/reinserimento delle donne e degli over 55 nel mercato del lavoro; 
  • Politiche di contrasto alla dispersione; 
  • Autoimprenditorialità e imprenditorialità; 
  • Sviluppo dei servizi di individuazione, validazione e certificazione delle competenze; 
  • Concertazione nei processi comunitari; 
  • Modalità di collaborazione transnazionale tra gli attori nel sistema delle politiche attive per l’occupazione; 
  • Rilascio di apposite linee guida, prototipi e modelli inerenti le tematiche del dialogo sociale.

BANDO

Benvenuti a Casa - Fondazione con il Sud

SCADENZA: 13 luglio 2018

ENTITÀ DEL CONTRIBUTO

Max 600.000,00€  (è obbligatoria una quota di co-finanziamento, costituita interamente da risorse finanziarie, pari ad almeno il 20% del costo complessivo del progetto

CHI PUÒ PRESENTARE DOMANDA

Organizzazioni senza scopo di lucro nella forma di: 

  • associazione (riconosciuta o non riconosciuta); 
  • cooperativa sociale o consorzio sociale; 
  • ente ecclesiastico; 
  • fondazione; 
  • impresa sociale (nelle diverse forme previste dalla L. 106/2016).

OBIETTIVI E ATTIVITÀ

L’obiettivo generale della presente Iniziativa è quello di sostenere proposte ‘esemplari’ che favoriscano, in risposta a bisogni abitativi diffusi e chiaramente individuati, l’accesso di soggetti in condizioni di vulnerabilità ad un alloggio adeguato, e prevedano l’acquisizione anche graduale, da parte dei destinatari, di condizioni di autonomia socio-economica. 

Le proposte dovranno essere in grado di sviluppare soluzioni abitative temporanee, idonee e accoglienti, capaci di contrastare la povertà abitativa e l’esclusione sociale e di bilanciare la necessità di privacy con la disponibilità di spazi per l’incontro e la socializzazione.


BANDO

“PRiNT. Reinventare il lavoro, aggregare persone, rigenerare comunità”

SCADENZA: 30 Luglio 2018

CHI PUÒ PRESENTARE DOMANDA

La call PRiNT è rivolta a esperienze generative che si ritiene opportuno far circolare anche nel dibattito nazionale sulle politiche del cambiamento e dello sviluppo dei territori che siano fondate su fiducia e relazioni collaborative, quindi anche indipendenti dall’essere lavori accademici. Lo scenario che la collana vuole rappresentare parte da un diffuso fermento dal basso, ma anche di frammentazione, in cui si inseriscono percorsi di innovazione sociale e culturale



OBIETTIVI E ATTIVITÀ

Obiettivo della call è raccogliere esperienze, racconti, storie da parte di chi è impegnato in processi di rigenerazione urbana e sociale. “PRiNT. Reinventare il lavoro, aggregare persone, rigenerare comunità” ricerca sul territorio nazionale racconti di biografie professionali che emergono, anche in maniera inaspettata e atipica, nel lavoro di rigenerazione di un luogo o di una comunità.

Tutti gli interessati/tutte le interessate (persone singole, associazioni, cooperative, consorzi, fondazioni, enti pubblici, enti di ricerca) dovranno inviare una proposta da 3.000 battute spazi inclusi .I criteri di valutazione considereranno, tra il primo e il secondo vaglio: 

  • L’originalità dell’esperienza raccontata (10 punti); 
  • Il grado di rigenerazione/impatto sociale sulla comunità di riferimento (10 punti); 
  • Il grado di ricorrenza di tratti che possono essere individuati in altri racconti (10 punti).