In questa pagina ti presentiamo le opportunità per te e per la tua Cooperativa Sociale, Associazione e Organizzazione No Profit. Saremo felici di supportarti nella realizzazione del tuo progetto.

Contattaci e iscriviti alla nostra newsletter per rimanere sempre aggiornato.



BANDO

“Premio CESE per la Società Civile 2018”

SCADENZA: 7 Settembre 2018

ENTITÀ DEL CONTRIBUTO

Vengono assegnati 5 premi a 5 iniziative così distribuiti: - 1° premio: 14.000,00 Euro, - 2°, 3°, 4° e 5° Premio: 9.000,00 Euro

CHI PUÒ PRESENTARE DOMANDA

Possono presentare iniziative le organizzazioni della società civile regolarmente registrate in un Paese dell’Unione Europea e i privati cittadini.

OBIETTIVI E ATTIVITÀ

Il premio vuole riconoscere iniziative che mirino a sensibilizzare i cittadini nei confronti della multiformità e ricchezza delle identità europee, a sfruttare appieno il potenziale della ricchezza culturale dell'Europa, ad agevolare l'accesso al patrimonio culturale europeo e a promuovere i valori europei (rispetto della dignità umana e dei diritti umani, libertà, democrazia, uguaglianza e Stato di diritto).
Le iniziative, già realizzate o in corso di realizzazione devono coprire almeno una dei seguenti ambiti:
  • Promozione dei valori europei (rispetto dignità umana e diritti umani, libertà, democrazia, stato di diritto) attraverso la cultura,
  • Promozione del rispetto della diversità culturale, religiosa e linguistica e della libertà delle arti,
  • Promozione del diritto alla libertà di espressione e di associazione e riunione pacifica,
  • Sensibilizzazione alla ricchezza del patrimonio culturale europeo materiale e immateriale,
  • Promozione dei valori europei e della multiforme identità europea come presupposto della comprensione, degli scambi e dello sviluppo al fine di lottare contro le tendenze populiste, la propaganda e i pregiudizi, 
  • Promozione dell’accesso al patrimonio culturale europeo ad un pubblico più vasto e diversificato (anche attraverso il digitale), 
  • Valorizzazione del patrimonio culturale europeo per promuovere l’inclusione sociale e l’integrazione (istruzione, life long learning, ecc.), 
  • Prevenzione dell’uso improprio della cultura come mezzo di propaganda del razzismo, del radicalismo o del nazionalismo, 
  • Sensibilizzazione alle culture che hanno contribuito nei secoli e oggi a dar vita all’identità europea. 
  • Promozione della riconciliazione e stabilità tra comunità diverse attraverso il dialogo interculturale e interreligioso

BANDO

100.000 EURO PER LA SOSTENIBILITÀ

L’obiettivo del bando è la selezione e il finanziamento di 12 micro-progetti che, attraverso azioni di sensibilizzazione, informazione, comunicazione e advocacy, contribuiscano agli obiettivi dell’iniziativa NOPLANETB, promuovendo stili di vita sostenibili a livello locale e incoraggiando la consapevolezza e il pensiero critico tra i cittadini sull'interdipendenza globale e su un senso di corresponsabilità della società in materia di cambiamenti climatici. Il bando è realizzato da punto.sud, in collaborazione con il Festival dello Sviluppo Sostenibile 2018, con il supporto di Poste Italiane e Fondazione Generas.

SCADENZA: 28 Luglio (h 23.59)

CHI PUÒ PRESENTARE DOMANDA

Possono partecipare al bando solamente organizzazioni della società civile , che:
  • Siano registrate in Italia come organizzazione della società civile da almeno 1 anno, alla data di lancio del presente bando e siano operative nelle Città Metropolitane. 
  • Abbiano comprovata esperienza di progetti simili (l’esperienza deve essere stata maturata dall’organizzazione e/o dai membri del team) 
  • Abbiano un ammontare medio annuo di attività inferiore ai 400 000 €


OBIETTIVI E ATTIVITÀ

I progetti devono riguardare idee innovative per sensibilizzare sul tema della cura e della valorizzazione del territorio e delle aree urbane (in particolare la cura del verde pubblico) da realizzarsi nelle città metropolitane dove hanno sede gli enti proponenti.
In particolare, saranno finanziate attività che abbiano quale finalità uno o più dei seguenti obiettivi:
  • Rispetto del patrimonio naturale delle città e sostegno dell’utilizzo e dell’accesso delle aree verdi da parte dei cittadini; 
  • Diffusione della cultura del rispetto delle aree verdi nelle città; 
  • Diffusione, promozione e/o rafforzamento di una nuova cultura del verde urbano e delle aree pubbliche come beni comuni; 
  • Promozione del collegamento fra le azioni che incrementano la dotazione di verde urbano e le iniziative di rigenerazione urbana. 
L’idea deve essere presentata attraverso un video amatoriale che sarà caricato sulla piattaforma del progetto e valutato da una giuria di esperti e dal voto popolare.



BANDO

“PRiNT. Reinventare il lavoro, aggregare persone, rigenerare comunità”

SCADENZA: 30 Luglio 2018

CHI PUÒ PRESENTARE DOMANDA

La call PRiNT è rivolta a esperienze generative che si ritiene opportuno far circolare anche nel dibattito nazionale sulle politiche del cambiamento e dello sviluppo dei territori che siano fondate su fiducia e relazioni collaborative, quindi anche indipendenti dall’essere lavori accademici. Lo scenario che la collana vuole rappresentare parte da un diffuso fermento dal basso, ma anche di frammentazione, in cui si inseriscono percorsi di innovazione sociale e culturale



OBIETTIVI E ATTIVITÀ

Obiettivo della call è raccogliere esperienze, racconti, storie da parte di chi è impegnato in processi di rigenerazione urbana e sociale. “PRiNT. Reinventare il lavoro, aggregare persone, rigenerare comunità” ricerca sul territorio nazionale racconti di biografie professionali che emergono, anche in maniera inaspettata e atipica, nel lavoro di rigenerazione di un luogo o di una comunità.

Tutti gli interessati/tutte le interessate (persone singole, associazioni, cooperative, consorzi, fondazioni, enti pubblici, enti di ricerca) dovranno inviare una proposta da 3.000 battute spazi inclusi .I criteri di valutazione considereranno, tra il primo e il secondo vaglio: 

  • L’originalità dell’esperienza raccontata (10 punti); 
  • Il grado di rigenerazione/impatto sociale sulla comunità di riferimento (10 punti); 
  • Il grado di ricorrenza di tratti che possono essere individuati in altri racconti (10 punti). 


BANDO

“Never Alone" - Fondazione Cariplo

SCADENZA: 7 Settembre 2018

CHI PUÒ PRESENTARE DOMANDA

Il bando si rivolge a partenariati pubblico-privati, composti da almeno tre soggetti senza scopo di lucro aventi una comprovata esperienza in materia di accoglienza e inclusione di minori e/o di migranti/richiedenti asilo. Qualora gli Enti pubblici intendessero candidarsi come capofila dei progetti, gli stessi dovranno dimostrare di essersi già attivati in passato per l’accoglienza dei minori stranieri non accompagnati e di aver svolto un ruolo di guida e di coordinamento all’interno di partenariati pubblico-privati; nel porsi come facilitatori del rinnovamento del sistema, dovranno creare le condizioni perché quanto sperimentato con il progetto diventi regolare pratica di accoglienza dei minori garantendo effettiva sostenibilità dei processi promossi. È ammissibile la presentazione di una sola proposta in qualità di capofila.

ENTITÀ DEL CONTRIBUTO
Il budget a disposizione per il bando ammonta a € 2.900.000. Il progetto dovrà indicare un piano economico di dettaglio, tenendo presente che: la richiesta di contributo non potrà essere superiore al 70% dei costi totali e comunque non inferiore a 100.000 e non superiore a 450.000 euro

OBIETTIVI E ATTIVITÀ 

  La finalità del bando è promuovere interventi multidimensionali di accompagnamento all’autonomia lavorativa e di vita che favoriscano l’inclusione sociale dei beneficiari. Verranno sostenuti e accompagnati progetti in grado di sostenere i beneficiari, che non riescono ad accedere autonomamente al mercato del lavoro, attraverso percorsi personalizzati volti a sviluppare competenze e ad attivare capacità individuali al fine di raggiungere e mantenere autonomia lavorativa e di vita. Nello specifico, ai fini del presente bando, la componente relativa all’autonomia lavorativa – come più innanzi definita – ha un ruolo imprescindibile e prevalente nella strutturazione di percorsi di accoglienza dei beneficiari sostenibili nel lungo periodo. I progetti dovranno prevedere la collaborazione tra le organizzazioni del terzo settore e gli Enti pubblici, in particolare quelli impegnati in prima linea nella presa in carico dei minori. Si privilegeranno gli interventi in grado di mobilitare e coinvolgere una pluralità di soggetti, pubblici e privati, anche in reti costruite su scala nazionale, in ottica di confronto e scambio di esperienze, di diffusione di buone pratiche.

La multidimensionalità dei progetti dovrà essere garantita da un approccio che, in ogni territorio di intervento, sappia affrontare i problemi e le criticità dell’inclusione dei beneficiari secondo quanto specificato dal bando. I progetti dovranno intervenire nei seguenti ambiti: • percorsi di accompagnamento al lavoro; • percorsi di accompagnamento all’inclusione sociale e relazionale. Potranno inoltre prevedere azioni integrative ai precedenti due ambiti attraverso interventi volti a favorire: • l’autonomia abitativa; • l’inclusione linguistica e culturale.


BANDO 

“Fondazione Roche per le persone con emofilia”

SCADENZA: 15 Ottobre 2018

ENTITÀ DEL CONTRIBUTO

20.000 euro verranno assegnati a 6 associazioni  di pazienti a supporto di progetti in ambito socio-sanitario e socio-assistenziale che possano accrescere la qualità di vita di pazienti con emofilia e delle loro famiglie.

Importo messo a bando: €120.000

CHI PUÒ PRESENTARE DOMANDA

Associazioni di pazienti operanti nell’area dell’emofilia sul nostro territorio

OBIETTIVI E ATTIVITÀ' 

Accendere i riflettori sulla persona-paziente e i suoi bisogni di salute è uno degli obiettivi che Fondazione Roche persegue con convinzione, al fine di ridurre le aree di disagio per chi vive in una condizione di disabilità e di fragilità. Nel mondo dell’emofilia, malattia rara ed ereditaria del sangue che colpisce circa 4.000 persone in Italia, le associazioni di pazienti giocano un ruolo chiave nell’offrire quotidianamente servizi di cura e assistenza alle persone con emofilia e ai famigliari che ogni giorno sono al loro fianco. Questo duro lavoro, portato avanti con passione ogni giorno dai tanti volontari e dalle realtà non-profit più in generale, rappresenta un valore inestimabile per la comunità, che Fondazione Roche vuole sostenere e promuovere perché cuore pulsante della propria missione.
Sono ammessi al Bando per il 2018 progetti di natura socio-sanitaria e socio-assistenziale dedicati alle persone con emofilia e alle loro famiglie che rispondano ai seguenti requisiti: 
Siano legati ai bisogni specifici delle persone con emofilia in tre fasi chiave della vita:
- Infanzia (0-12 anni) 
- Giovinezza (12-25 anni) 
- Età Adulta (>25 anni) 
Prevedano un miglioramento della qualità della vita delle persone con emofilia e delle loro famiglie ; Prevedano un miglioramento generale delle condizioni della comunità in cui il soggetto proponente opera .